08/05/18

L’editoriale

Care Colleghe e Cari Colleghi, Sono passati due mesi dalle Assemblee Interterritoriali di Roma e Milano, tappe di questa nuova avventura  che aprono nuovi scenari, per il nostro Gruppo. Come è noto alla maggior parte di voi, ultimamente non è più mia abitudine scrivere spesso, preferendo fare nostra la benedettina regola del lavorare in silenzio lasciando che  siano le nostre attività e i nostri fatti a spiccare chiaramente in un panorama a volte troppo ricco di chiacchiericci senza costrutto. Questo periodo di continue evoluzioni tuttavia costringe ad avviare delle riflessioni, che vedono coinvolti tutti noi. Da un lato siamo investiti da profondi cambiamenti a tutti i livelli: legislativo e normativo (il GDPR sempre più vicino che incombe), tecnologico e strumentale (la digitalizzazione sempre più pervasiva); dall’altro accordi nazionali incomprensibilmente assenti dalle agende di coloro i quali hanno la responsabilità di rappresentarci. Il nostro Gruppo ha dunque sentito sempre più l’esigenza di prendere una propria strada, diversa e innovativa, adottando i giusti strumenti per fronteggiare i cambiamenti. Questo primo numero del nostro MaGAZine vuole essere la copertina del nostro lavoro, la vetrina delle nostre attività, ma anche e soprattutto la vostra voce, quella di tutte le iscritte e gli iscritti GAZ. Come buon auspicio, abbiamo deciso di dedicare questa prima uscita alle due ultime novità strategiche per il nostro operato. La prima è la partnership con Konsumer-Italia nell’apprezzato (e premiato!) progetto “Agenzia Amica del Consumatore”, grazie al quale puntiamo a diventare, attraverso le nostre agenzie, il punto di riferimento del Cliente – Consumatore. Questo accordo è un punto di svolta strategico nella trattativa che porteremo avanti con la Direzione della Compagnia per l’accordo dati. L’atavica questione informatica, così come altre importanti tematiche – la sostenibilità economica delle agenzie, ad esempio, o il rinnovamento dell’offerta – sono tra le principali preoccupazioni delle nostre Commissioni Tecniche, impegnate in un dialogo proattivo con la Compagnia che deve emergere in tutta la sua importanza. Da qui la seconda, importante novità: un accordo con Unoone per rinnovare la comunicazione del gruppo. L’esigenza di una gestione del flusso informativo su misura, della mole di attività dell’associazione, era ormai imprescindibile e si lega alla necessità di mantenere aggiornati tutti i nostri associati. Auguro pertanto a tutti una buona lettura. Il Presidente Enrico Ulivieri  
<br>